Stampa

Il Codice Doganale dell'Unione Europea

IL CODICE DOGANALE DELL’UNIONE EUROPEA in vigore dal 1° Maggio 2016

Un quadro normativo all’insegna di un radicale processo di rinnovamento nella quotidiana operatività delle imprese che fanno estero.

Dal 1 maggio 2016 un nuovo codice doganale, ha sostituito il Reg.to 2913/92 e le sue disposizioni di attuazione contenute nel Reg.to 2454/93. Rivisti criteri ritenuti obsoleti, introdotte nuove procedure operative e nuovi metodi di controllo allo scopo di semplificare e velocizzare il trasferimento di merci da un capo all’altro del pianeta. Tra i punti più significativi: l’implementazione della Tecnologia dell’ Informazione e l’eliminazione di supporti cartacei, il principio di centralità delle imprese da attuarsi con un sistema di autogestione ed autocontrollo che riconosca l’affidabilità dell’azienda, nuovi criteri nella rappresentanza in dogana, un diverso ruolo degli uffici doganali individuati come soggetti “promotori dello sviluppo economico”, nuove procedure operative da applicare all’entrata e all’uscita delle merci dal territorio comunitario.

Ecco il nuovo quadro normativo:

Codice Doganale dell’Unione (CDU) reg.to UE 2013/952
Atti Delegati(RD) Reg.to UE 2015/2446
Atti Esecutivi (RE) Reg.to UE 2015/2447
Atti Delegati Transitori (RDT) Reg.to UE 2016/341
Work Program (WP) Decisione di Esecuzione UE 2016/578
Vedi allegati

codice doganale


AEO AUTHORIZED ECONOMIC OPERATOR

Nel nuovo codice e nelle disposizioni di attuazione viene avvalorata la figura dell’Operatore Economico Autorizzato. E’ confermata la necessità di creare una catena di approvvigionamento affidabile, implementando la banca dati degli operatori economici virtuosi, consentendo in tal modo agli uffici di controllo di ridurre il numero degli interventi ed incentrare l’attività di verifica a casi particolarmente complessi o ritenuti ad elevato rischio.

Il sistema si basa su una procedura di autorizzazione rilasciata dagli uffici doganali su richiesta dell’impresa che intende dimostrare capacità di gestione nei settori di approvvigionamento, produzione e distribuzione delle merci con particolare riferimento alla predisposizione e alla tenuta delle scritture contabili, alla loro conservazione ed archiviazione, che presenta sistemi di sicurezza e protezione sia della struttura aziendale degli accessi del personale e di terzi sia dei processi interni, garantisce una situazione finanziaria stabile, un sistema gestionale adatto all’attività economica dell’operatore economico.

Dimostrati i requisiti richiesti l’impresa che viene riconosciuta affidabile è inserita nella banca dati comunitaria dei soggetti AEO beneficiando in tal modo di una riduzione di controlli e della semplificazioni ed agevolazioni nelle procedure previste dalla supply chain.

Allegato il questionario di autovalutazione