Stampa
23
Mar

Punto Risparmio Energetico: da Confartigianatouna risposta alle necessità di informazioni dei committenti

Confartigianato Vicenza intende rispondere alla necessità dei committenti (privati e pubblici) di accedere a informazioni chiare ed esaustive e di poter contare sull’assistenza da parte di professionisti e aziende competenti, scegliendo in modo consapevole e sicuro le soluzioni da adottare per la riqualificazione energetica e ristrutturazione dei propri immobili.
Su questo obiettivo è stato facile trovare sintonia con il progetto che i Sindaci di Valdagno, capofila di questa iniziativa, Recoaro Terme, Cornedo Vicentino, Brogliano, Castelgomberto e Trissino stanno perseguendo con l’elaborazione del PAESC, un Piano Congiunto, tra i primi in Veneto e tra i più grandi per territorio di riferimento e comuni aderenti anche a livello nazionale, che ha come orientamento specifico quello di adottare un unico Piano Unitario d’area, un accordo sovra comunale tra pubblico, privato, associazioni e cittadini per il raggiungimento dell’obbiettivo ambizioso di ridurre del 40% delle emissioni in atmosfera entro il 2030. L’intesa si è concretizzata con la firma di un protocollo tra Confartigianato Vicenza ed i sei Comuni per l’attivazione e il funzionamento del Punto Risparmio Energetico.

Il progetto è sviluppato su due azioni principali:

  • l’attivazione del Punto Risparmio Energetico: uno sportello informativo su interventi e incentivi in tema di riqualificazione energetica e ristrutturazione degli edifici.
  • la creazione di una piattaforma di conoscenza, confronto e acquisizione di competenze che coinvolge tutti gli attori del sistema casa interessati a sviluppare le proprie opportunità di lavoro.

Il Punto Risparmio Energetico è uno sportello informativo gratuito e indipendente, slegato cioè da proposte commerciali, supportato dalle aziende e dai professionisti del territorio, per garantire alla comunità l’accesso ad informazioni sia su questioni tecniche che fiscali. Sviluppato con la partecipazione diretta da parte delle imprese il progetto si propone come strumento di riferimento per le amministrazioni locali nell’implementazione dei PAESC (Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima). Il coinvolgimento delle comunità locali e delle imprese del territorio costituisce il primo elemento di sostenibilità dell’iniziativa. 

Come funziona lo sportello e come faranno i cittadini a utilizzarlo
A partire dalla fine di aprile, negli uffici di Confartigianato a Valdagno e a Trissino, per mezza giornata con cadenza quindicinale, un tecnico qualificato sarà a disposizione dei cittadini gratuitamente e previo appuntamento. Per prenotare un appuntamento bisognerà telefonare all’ufficio di Confartigianato a Valdagno o al proprio Comune di residenza. È utile che ci si rivolga allo sportello già da subito con la maggior documentazione possibile sull’immobile in modo da avere da una risposta il più possibile completa già al primo incontro. Nel caso il cittadino richieda espressamente la volontà di avere contatti con aziende in grado di effettuare preventivi per i lavori oggetto della consulenza, operatori di Confartigianato potranno fornire nomi di aziende associate locali.
Se attraverso lo sportello si intende fornire ai committenti elementi utili per orientarsi, parallelamente il progetto mira ad accrescere le competenze tecniche e trasversali delle imprese: saper comunicare le competenze, dare la tranquillità di fare la scelta giusta, conoscere gli incentivi fiscali e gli strumenti a sostegno degli interventi di riqualificazione, fornire al cliente una proposta che mette in evidenza il vantaggio/risparmio e i tempi di rientro dell’investimento attraverso il calcolo dei costi e benefici. Sostenere le imprese aderenti nel processo di aggregazione con i soggetti della filiera di riferimento, in modo da sviluppare nuove soluzioni integrate, affidabili e rispondere con più efficacia alle esigenze del cliente. Tutte competenze divenute quanto mai necessarie per distinguersi e competere.

Riqualificazione energetica
La riqualificazione energetica degli edifici costituisce un obiettivo prioritario generale, sostenuto da politiche e incentivi fiscali e rappresenta il principale mercato di riferimento per tutte le aziende e i professionisti del settore delle costruzioni. Questo progetto costituisce anche il supporto di Confartigianato Vicenza nella pianificazione territoriale strategica per fare in modo che quanto elaborato nei Piani Energetici produca effetto e non rimanga nell’archivio dei Comuni. Attraverso il Punto Risparmio Energetico, l’obiettivo è di coinvolgere le comunità locali negli obiettivi fissati dalle amministrazioni che hanno aderito al Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia, l’iniziativa comunitaria per la riduzione del 40% delle emissioni in atmosfera entro il 2030, attraverso assemblee pubbliche, incontri mirati, consulenze su quesiti specifici. Parallelamente, il coinvolgimento delle aziende e dei professionisti locali ha come obiettivo l’accrescimento della conoscenza e quindi della competitività sia delle imprese che dei territori.  

Sperimentazione anche sull’Altopiano dei Sette Comuni
Confartigianato Vicenza, oltre che in Valle dell’Agno, sta proponendo la sperimentazione del progetto anche sull’Altopiano Sette Comuni, da dove è stata per la prima volta avanzata la proposta. In questa zona il progetto assume una particolare rilevanza, considerati i chiari obiettivi di riposizionamento turistico, nel far percepire il territorio come destinazione attenta alla sostenibilità ambientale e alla qualità della vita.

Rivolto alle attività del Sistema Casa
Le attività di progetto si rivolgono a tutte le aziende del Sistema Casa con specifico riferimento a coloro che curano interventi / installazioni finalizzate all’efficientamento delle prestazioni dell’immobile:

  • Costruzioni / ristrutturazioni edili;
  • Coibentazioni, isolamenti;
  • Installazione e manutenzione impianti elettrici;
  • Installazione e manutenzione impianti termoidraulici;
  • Serramentisti
  • Progettisti (ingegneri, geometri, architetti, termotecnici, progettisti impianti elettrici, etc.).